PSA rende più sano l'ambiente in cui trascorri la maggior parte del tuo tempo

VESPA CRABRO

Calabrone

 

FAMIGLIAVespidi
ORDINEImenotteri
LUNGHEZZA24 – 35 mm la femmina, 21 – 28 mm il maschio
COLORECapo e torace giallo-rossastri, il secondo presenta macchie nere più o meno ampie; addome con bande marroni e gialle, le prime due sono separate da una sottile striscia gialla, le bande gialle sono puntinate.
BIOLOGIAE’ la più grossa vespa diffusa in Italia.
Vespa sociale – realizza nidi di grandi dimensioni con vari favi sovrapposti (dischi) e avvolti da uno spesso rivestimento.
Gli accoppiamenti avvengono in autunno inoltrato, le femmine fecondate sopravvivono all’inverno ed in primavera danno origine alle nuove società.
Le larve sono bianche e apode.
Le operaie alimentano le larve con sostanze dolci ma soprattutto con insetti, catturati durante il volo, e con carne di carogne, premasticati e rigurgitati.
Il calabrone è sempre attivo, anche nelle ore notturne.
HABITATIl calabrone nidifica ovunque: nel terreno, nelle cavità degli alberi, spesso si vedono nidi appesi ai rami della vegetazione, nei cassonetti delle tapparelle (soprattutto rivolti a sud e ovest), nei sottotetti, nelle intercapedini dei cappotti di rivestimento degli edifici.
INFESTAZIONIConsiderata la pericolosità elevata di questo vespide è consigliabile, in caso di presenza di un nido attivo, rivolgersi ad un professionista della disinfestazione e, comunque, evitare di aggirarsi nei pressi del nido stesso o di stuzzicare l’insetto con fiamme o attrezzature improvvisate.
Le sue punture molto dolorose possono avere esito letale.
DIFESADisinfestazione

 

Nido crabroVESPA CRABRO (Calabrone)Nido crabro 1